Le stagioni di un trenino

bus-Trenino-rosso-del-bernina- partenza-foto-di-Tiziana-Bergantin-A500Ebbene si, sono fortunata, le persone che mi vogliono bene sanno come coccolarmi, sanno che il miglior regalo che mi possono fare è un viaggio, che poi sia una meta lontana o a due km da casa, della durata di un mese o di una sola giornata, non importa, ciò che conta è partire. Ora ti dico perché sono fortunata.

Nell’estate del 2013, due amici ci invitarono a visitare un angolo della loro Valtellina. Nata e cresciuta in pianura la montagna è sempre stata una grande attrattiva – almeno per me – In quel giugno il caldo in pianura era opprimente e una fresca pausa ci sembrò un gran lusso. Al nostro arrivo un ricco programma ci attendeva, i cari amici avevano preparato per noi interessanti percorsi. Ricordo una giornata in particolare durante la quale ci proposero un percorso incantevole: partendo da Tirano con l’auto, saremmo arrivati a St. Moritz inseguendo il famoso Trenino Rosso del Bernina. Arrivati sul punto più alto del suo percorso (Ospizio Bernina) l’incontro con il trenino fu divertente, lo salutai con il rammarico di non esserci salita. La promessa fu: ritornare un’altra volta per salirvi a bordo naturalmente.

trenino-rosso-passo-del-bernina-foto-di-Tiziana-Bergantin- A501 Ed eccoci arrivati al racconto di oggi.
Io e Piero ci siamo promessi che non ci saremmo più alzati all’alba per iniziare un nuovo viaggio e invece eccoci qui, di nuovo. La giornata inizia alle 04.45 di un freddo mattino di marzo. Beh, bando ai lamenti, nonostante la sveglia anticipata il programma è allettante, non vedo l’ora di chiudere la porta di casa e iniziarla davvero questa giornata. Tempo fa avevo confessato un desiderio e fino allo scorso dicembre non era ancora stato esaudito poi, inaspettatamente, arriva un regalo dalla mia sorellina, un regalo coi fiocchi (di neve). Si può intuire in cosa consiste il regalo ricevuto vero? Ho ragione di ritenermi fortunata?

gita-sosta-trenino-bernina-foto-di-Tiziana-Bergantin-A502Il pacchetto prevede un percorso comodo, lasciamo l’auto in uno dei grandi parcheggi alle porte di Milano e, dopo una veloce colazione, alle 07.00 in punto, a Piazzale Cadorna, un pullman parte verso l’Engadina, A Tirano saliremo sul famoso Trenino del Bernina.

Il pullman si riempie, si parte! Non ci accorgiamo nemmeno del tempo che passa, in un attimo ci fermiamo per una pausa caffè e poco dopo arriviamo a Tirano, la cittadina sul confine italiano dove partirà il Trenino. Avevamo avvisato i nostri amici del dono ricevuto e al nostro arrivo a Tirano eccoli che ci vengono incontro. Che bello riabbracciarli dopo tanto. Decidiamo di trascorrere il tempo che abbiamo a disposizione con loro, mentre il resto del gruppo visita la cittadina. Prima di partire è previsto anche il pranzo in un ristorante a Tirano e al tavolo facciamo conoscenza con una coppia di turisti provenienti dall’Argentina in visita a Milano. Conoscere persone nuove è l’aspetto del viaggio che ci ha sempre piacevolmente coinvolti. Non ci vuole molto per trovare affinità comuni, il viaggio sul trenino si inizia insieme. Finalmente si parte, il clima a bordo è allegro, ognuno di noi si chiede dove sia meglio sedersi, a destra o a sinistra? La simpatica Alessia (la nostra guida) ci comunica che il trenino è democratico, riserverà spettacolari panorami da ambo le parti. Dopo i primi giri sulle rotaie retiche ci addentriamo nel “colorato” mondo del Canton Grigioni, un simpatico burlone ci fa sorridere con battute sul tema. Arriviamo in prossimità di Brusio ed ecco la prima attrattiva, il viadotto elicoidale ci da il benvenuto.

Viadotto-di-Brusio-foto-di-Tiziana-Bergantin-A503

E’ stato estremamente interessante vivere le due esperienze in stagioni differenti. Il paesaggio cambia totalmente e il confronto è divertente, a quote più alte, quando le cime si colorano di bianco, è stato difficile individuare dove fossero i laghi ghiacciati coperti dalla coltre di neve. “Piero cosa dici, il Lago Bianco sarà qui?”… aaah impossibile saperlo! Durante la salita a un certo punto l’atmosfera arriva al top, una leggera nevicata aumenta la suggestione, che spettacolo!canton-grigioni-trenino-rosso-foto-di-Tiziana-Bergantin-A504

trenino-rosso-neve-foto-di-Tiziana-Bergantin-A505Arrivati al capolinea la ridente cittadina di St. Moritz si mostra in tutta la sua elegante opulenza. In verità è la vista del lago ghiacciato incastonato tra i monti a catturare la mia attenzione. Ripensiamo a quando lo abbiamo visto in estate e cerchiamo inutilmente di ricordarne i contorni, la neve non ci permette di definire in modo preciso i confini ma la visione del panorama è incredibile. Una passeggiata in centro ed è ora di ritornare. Il nostro pullman è già in attesa per accoglierci. Si ritorna a Milano.

st-moritz-st-moritz-lake-foto-di-Tiziana-Bergantin-A506

Durante tutto il viaggio due gentili fanciulle si sono prese cura di noi, Claudia e Alessia. Due presenze discrete sempre disponibili per ogni informazione.

guide-trenino-rosso-del-bernina-foto-di-Tiziana-Bergantin-A507

Piero tra le due simpatiche guide Claudia e Alessia

Il bilancio di questa giornata? Sono abituata da sempre a costruire da sola i viaggi delle mie vacanze (qualche volta anche per gli amici più stretti) e sinceramente la formula mi ha conquistata. Affidarsi a qualcuno che ti organizza la giornata non è affatto male, anzi direi che è molto comodo. L’età comincia a lanciare segnali evidenti 🙂


 Link utili:

  • Vai sul sito ufficiale e scegli le opzioni che preferisci: www.treninorosso.com
  • Potrai scegliere di fare un regalo a chi vuoi come nel mio caso.
  • Puoi prenotare direttamente anche da qui: www.clubmagellano.it

Articolo correlato:
Il Lago Bianco e il Lago Nero. Il passo del Bernina.


Un consiglio da amica:
Vuoi scoprire come si può fare questo viaggio con i bambini?
Ti consiglio di ascoltare i suggerimenti di Valentina  www.thefamilycompany.it 


Un pensiero su “Le stagioni di un trenino

  1. Complimenti per la scorrevole e simpatica descrizione. Peccato che sono luoghi solo da vedere e non da avere. Beati coloro che ci sono nati e ci vivono in questo stato che è il più bello del nostro piccolo mondo !
    loredana e franco

Se vuoi lascia il tuo commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...