Finalborgo è Finale for Nepal

 

Finalborgo-le-mura-0-photo-by-Tiziana-Bergantin-A300Tra le tante località da visitare durante la settimana in Liguria non avevo pensato di includere Finalborgo nel programma. Anni addietro ci siamo passati accanto più di una volta dicendo in modo superficiale che prima o poi dovevamo andarci ma come sempre accade, ci sono località che vincono sulle altre e l’elenco dei “non visti” si allunga all’infinito. Ringrazio il Fato per avermi dato modo di conoscere questo gioiellino ligure.

Affianchiamo le mura ancora ben conservate per entrare da una delle porte del borgo, Porta Testa. In cima spicca la torretta dell’orologio e poco più sotto uno stemma araldico ci invita ad entrare. Oltrepassata la porta si apre una bella via ricca di botteghe e ristorantini che ci direziona verso piazza Garibaldi, piccola, raccolta e con tanti bambini che giocano.

Oggi il borgo è parte integrante della città di Finale Ligure, anche se camminando tra le sue vie si percepire il desiderio di voler mantenere ancora intatte tutte le sue caratteristiche di cittadina autonoma. E’ un agglomerato raccolto ma non mancano palazzi di pregio e chiese importanti. Piazze di piccole e medie dimensioni, allegre, movimentate appaiono improvvisamente e infine una fortezza che domina dall’alto non può mancare, infatti è la prima cosa che si nota osservando il borgo da lontano. Posizionato in alto rispetto al sottostante nucleo urbano, il maniero vigila sul borgo finalese.

Mi guardi perplesso quando ti dico “Piero andiamo su al castello?” hai ragione, ogni qual volta devo fare una salita è un dramma, mi lamento sempre ma questa è invitante anche se ripida “Guarda che scorci!”. Una volta arrivati in cima proprio sotto alla mole della fortezza, la vista è incredibile, lo sguardo insegue la città di Finale e arriva fino al mare. Ne valeva la pena!

finalborgo-bicibar-1-foto-di-Tiziana-Bergantin-A301Sì, si può dire che Finalborgo è un villaggio sportivo, passeggiando per le vie non è raro imbattersi in un gruppo di ciclisti o persone in tenuta sportiva. Runner, biker, scalatori, pare che gli sportivi di mezzo mondo si diano appuntamento qui. Numerose le gare podistiche in calendario, tra cui la mezza maratona di ottobre RunRivieraRun.
Anche il locale scelto da noi per uno spuntino, sfoggia una curiosa istallazione sul soffitto in omaggio al ciclismo. In particolari momenti dell’anno poi, il borgo si trasforma in una palestra a cielo aperto offrendo agli amanti del free-climbing pareti da scalare, anche se in zona non mancano le pareti rocciose naturali dove potersi cimentare. Sei un amante del trekking? Bene, sei nel posto giusto, numerosi percorsi naturalistici ti porteranno ad esplorare l’entroterra finalese.

Anche se non eravamo venuti per tutto questo…

finalborgo-ilborgo-2-foto-di-Tiziana-Bergantin-A302

La vita non è fatta di cose incredibili, fantastiche, è fatta di piccole cose, ma quando non chiedi l’impossibile, quelle piccole cose si trasformano in realtà eccezionali.

finalefornepalflag-foto-di-Tiziana-Bergantin-A303

 

Li conosco tramite il web e subito mi catturano. Allora comincio ad approfondire: apro il loro sito web, li leggo sui canali social, vedo un video e, me ne innamoro. Chi sono? Sono i ragazzi di Finale For Nepal.

Un gruppo di ragazzi appassionati di arrampicata apre un progetto di promozione in Nepal e da lì il passaggio per iniziare un percorso di Volontariato è breve. Evidentemente il contatto umano, in particolare con un’etnia locale poverissima, lascia il segno e i ragazzi si attivano, nascono i primi progetti umanitari. L’associazione è piccola, non ha un riverbero di ampia risonanza ma come loro stessi insegnano: è dalle piccole cose che possono nascere i progetti più inaspettati. Questo è ormai il loro sesto anno dalla nascita dell’associazione.

Scelgo la mia settimana di vacanza proprio quando i ragazzi organizzano una festa ai Chiostri di Santa Caterina a Finalborgo per incontrare chi ancora non li conosce… non posso mancare! L’ambiente è come lo immaginavo: semplice, genuino, contagioso! La serata è gradevole, si mangia, si ascolta musica, il maestro Pampararo, con la sua chitarra acustica, crea un’atmosfera speciale. Poi i ragazzi salgono sul palco, si presentano, illustrano gli ultimi progetti, sono impacciati, sorridono timidi, si vede che non sono a loro agio su quel palco grande e spoglio. La serata si conclude, mi congratulo per l’impegno stringendo le loro mani con la speranza che il gesto mi trasmetta quella forza e quell’umiltà che traspare dai loro occhi. Forza ragazzi!

finalefornepal-serata-chiostri-4-foto-di-Tiziana-Bergantin-A304

Il 26 e 27 settembre 2015 in occasione della sesta edizione di “Finale For Nepal” ci sarà una grande festa a Finalborgo. Che dici ci andiamo?

 


Sito web

Finale for Nepal

Contatti social
Pagina Facebook


 

Se vuoi lascia il tuo commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...