Napoli – Monastero di Santa Chiara

A Napoli quel giorno fu caratterizzato dal freddo e dalla pioggia, questi due elementi hanno modificato il mio convincimento secondo cui a Napoli la temperatura è sempre buona.
Proprio nel cuore di Napoli, nelle vicinanze di piazza del Gesù Nuovo, si erge il complesso monastico di Santa Chiara.
Alcune immagine della giornata
Il monastero è famoso non solo per la sua lunga storia tribolata ma anche per il suo bellissimo chiostro maiolicato. La meraviglia della visione d’insieme è alleggerita dagli effetti scenografici creati dalle colonne ottagonali, che accompagnano il visitatore tra i colori e la pace di questo luogo. Chissà quali emozioni, quali sorprese visive potrebbe riservare durante la primavera.
 “Nel 1945, al termine della guerra, il Monastero di Santa Chiara ispirò la canzone “Munasterio ‘e Santa Chiara“, che divenne presto celebre nel mondo. Il brano racconta di una Napoli devastata nei palazzi e nei costumi, ancora oggi attualissima.” 

 

 

__________________________

26 pensieri su “Napoli – Monastero di Santa Chiara

  1. Anche a me è piaciuto molto, cara Tiziana e desidero rivederlo tutte le volte che ci ritorno.
    Da me piove da giorni ma la temperatura è aumentata; niente neve, solo in periferia.
    Venerdì vado dal nipotino.
    Un abbraccio.
    Erika

  2. Ciao Tiziana, vado a Napoli ogni anno. E' una città dove ci sono tante emozioni da vivere. Artistiche, popolari, gastronomiche. Il Monastero di Santa Chiara trovo sia un luogo meraviglioso. Mi colpì appena vi entrai per i colori blu e giallo che l'avvolgevano. Per il suo silenzio mistico, per gli alberi di agrumi, per i racconti e la storia che si porta dietro. Hai fatto bene a parlarne e soprattutto attraverso le immagini che meritano sempre. Un bacio

  3. Ciao Tiziana,
    in occasione della Festa della Donna ho realizzato un countdown dedicato a tutte le lettrici del mio blog ed ho organizzato un concorso… Si può vincere un widget personalizzato!
    Trovi il countdown e il regolamento del concorso in questo mio post!

    Ciao,
    Iole

  4. io invece sono rimasta colpita dall'albero di arance che si vede nel chiostro… non ne ho mai visto uno dal vero 🙂 bellissime le maioliche del rivestimento! un abbraccio Tiziana cara ♥

  5. sono deluso e contento dalla brevità di questo post…in fondo le cose piacevoli è sempre meglio centellinarle, quindi mi accontento ;). magnifiche le prime due foto.

  6. Sai, la prima di leggere di cio' che il tuo articolo trattava, mi sono soffermato nella prima foto da te pubblicata, non so bene perche', ma mi ha subito fatto pensare a rigore e dedizione. Poi leggendo ho trovato le foto dell'interno, con queste maioliche incredibili il cui colore sprigiona spensieratezza ed allegria. Deve proprio essere una destinazione interessante, grazie per avermela fatta scoprire 🙂

  7. Questo post, assieme alla canzone Munasterio 'e Santa Chiara, mi ha riportato ad un film mitico, Matrimonio all'italiana, con la Loren e Mastroianni. Film tratto da un'altrettanto mitica commedia di E. De Filippi.
    E' il luogo dove a Dummi, Filumena fa vedere i suoi tre figli. Affermando che uno solo era figlio di entrambi, senza dire quale. Mettendo così Dummi in continui interrogatori.
    A Napoli sono capitato moltissimi anni fa a maggio, tre giorni di pioggia continua.

Se vuoi lascia il tuo commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...