Metti una sera a Napoli

Passare na sera’e maggio a Napoli sarà certamente più dolce che trascorrere qualche giorno all’inizio dell’anno. Rimane il fatto che l’impatto con la città ti prende al di là delle condizioni climatiche. Di sera la città regala magia, spettacolo, gioco di luci. Da casa aspettavo di incontrare l’abbraccio del colonnato di piazza Plebiscito ed eccolo finalmente. Al centro si erge la Basilica di San Francesco di Paola che come una pietra preziosa si incastona tra le ali del porticato. La facciata della basilica in stile neoclassico, offre lo sguardo ad un altro importante monumento. Infatti sul lato opposto la piazza è occupata dalla maestosa mole di Palazzo Reale.
Due passi tra i marmi e i mosaici della Galleria Umberto I sono doverosi. Alla fine del 1800, durante il periodo del Risanamento, questa zona fu bonificata e in seguito iniziarono i lavori per edificare uno spazio con l’intento di creare un opera monumentale. Nel novembre del 1890 la galleria fu inaugurata. Io e Piero, quella fredda sera di gennaio abbiamo usato la galleria, quasi deserta, come passaggio elegante per recarci da una via all’altra, confortati dalla visione della bellissima copertura a vetri.
Dopo cena, una breve passeggiata sul lungomare. L’isolotto di Megaride, dove si erge Castel Dell’Ovo, ci attendeva. Il nome della fortezza deriva da una leggenda secondo cui Virgilio nascose nelle segrete un uovo. L’uovo aveva il compito di sorreggere il castello e al tempo stesso se l’uovo si fosse rotto, altre catastrofi avrebbero colpito la città di Napoli. Attorno al castello vi è il Borgo dei Marinari con un porticciolo di barche. L’isolotto è movimentato da alcuni ristorantini tipici dislocati nelle viuzze ai piedi delle possenti mura del castello.

__________________________

26 pensieri su “Metti una sera a Napoli

  1. Ci sono Giorgia, ora ho risistemato il mio pallottoliere interno i conti tornano… so chi sei. Grazie ancora per la visita. Ti cercavo tra i miei contatti FB ma ho visto che non hai ancora risposto alla mia domanda. A presto.

  2. Ciao Giorgia, benvenuta. Scusa in questa baraonda di social net sto perdendo i colpi. Non ricordo, abbiamo avuti dei contatti? Dimmi come posso raggiungerti su FB quale nome devo cercare? Appena posso vengo a vedere il tuo blog. Grazie a presto.

  3. Ciao Tizi, leggendo il tuo post mi sentivo li con voi, io a Napoli non ci sono mai stato! Mi hai fatto come da cicerone… quando la visitero', grazie a te partiro' preparato:-)

  4. Napoli a marzo.. due volte.. c'ero stata e ci torno, pensa un po', proprio questo week end. E questo anticipo nel tuo post, mi fa pregustare odori e sapori 🙂

  5. Purtroppo non ho mai visitato Napoli… anche se devo ammettere che non mi dispiacerebbe affatto… anzi… sarebbe meraviglioso credo. 🙂 Però sono cresciuta con una mamma che è una fedelissima della soap opera “Un posto al sole” e quando ero piccola mi piaceva guardarla assieme a lei… quindi un piccolo pezzetto di Napoli un po' ce l'ho nel cuore… ^^

  6. Cara Tiziana, ho passeggiato con te rivedendo, attraverso le tue belle foto, dei luoghi a me cari. Nella galleria hai mangiato le sfogliatelle ed i babà (qui si vendono i mgliori della città)?
    Deve essere stato romantico passeggiare lontani dalla folla anche se faceva freddo.
    Un abbraccio.
    Erika

Se vuoi lascia il tuo commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...