Spaccanapoli.

La famosa via Spaccanapoli vista dall’alto sembra una sottile fenditura che taglia in modo netto la zona del centro storico della città. Poi quando ci si addentra in realtà quella via è fatta di una moltitudine di vecchi palazzi, di sorprendenti cortili interni, di case aperte sulla strada, di stretti vicoli che si aprono sulla via, di piccoli negozi colorati, di gente che ti guarda ed è sempre pronta a darti un’indicazione se ti serve. E’ una strada che ti insegna, che si cela o si paventa a dispetto di tutti quanti.

Il nostro hotel si affacciava su piazza del Gesù Nuovo, a circa metà della strada. Abbiamo percorso parecchie volte la strada, comoda per raggiungere i diversi luoghi interessanti. Quando ci siamo inoltrati la prima impressione è stata di sorpresa, una via così non l’avevo mai vista. Poi, ho cominciato ad osservare, a scrutare meglio. Ad ogni angolo, ci sono mille interrogativi, vorresti sapere di quel palazzo che in epoche migliori si ergeva fiero nel suo splendore, ti lasci incuriosire da quel cortile interno che ti ha sorpreso quando ci hai sbirciato dentro, sorridi quando entri in un negozio per acquistare un taccuino e ci trovi un po’di tutto, ti intenerisci alla visione di una cappelletta dedicata alla Madonna.
Mi sono chiesta molte volte “dove porterà quel vicolo?” “ma chi ci abitava in quel palazzo?
 
 
 
 
 
 
 
Un saluto a Pulcinella e una visita alla famosa via San Gregorio Armeno con la sua tradizione dei presepi, alcuni sono fatti con una precisione tale da sembrare dei reali paesaggi in miniatura.
 

 
Poi giri un angolo e dalla via affollata si entra in un luogo di pace e non ti aspetti di trovare un piccolo tesoro al di là di una semplice cancellata.

 
Nel raccolto e silenzioso chiostro di San Gregorio Armeno, sotto ai portici, oltre ad altri splendidi gioielli,
abbiamo notato questa sala riccamente affrescata.
 
 
Spaccanapoli non è una semplice strada ma è un mondo fatto di piccoli mondi, nel cuore della sua città.
 
 

______________________________

.

34 pensieri su “Spaccanapoli.

  1. Pazzesca da vedere dall'alto la Spaccanapoli!! Devo ammettere che so ben poco di questa città, ma con te che ci porti a spasso finalmente scoprirò tante cose interessanti!
    Buona domenica, cara!! ^__^

  2. che bello questo articolo…
    Tiziana, mi piace molto come scrivi, come argomenti, come mostri con le tue belle foto i tuoi luoghi preferiti.
    Napoli è una città splendida e i napoletani ancora di più.
    un bacione, grande Tiziana!

  3. Napoli mi manca.. troppo bella!!
    Tomo c'è stato e mi ha detto che è bella, mi ha promesso di portarmi al prossimo motogiringiro!! Non vedo l'ora!
    Complimentoni!!
    🙂

  4. Cara Iole che piacere saperti qui. Si ho fatto proprio così, mi piace pasticciare es è venuto fuori questo “capolavoro” ma bello o brutto mi è piaciuto e l'ho pubblicato. Sono contenta che ti piaccia. Un abbraccio.

  5. Ciao Tiziana,
    leggendo i tuoi post mi accorgo di quanti bei posti ci sono in Italia che purtroppo ancora non ho mai visitato.

    P.S. Ho notato che hai cambiato immagine di header. L'hai disegnata tu e poi modificata al pc? E' davvero molto bella!

  6. La “Spaccanapoli” 😀 non conoscevo quella strada! Ma la foto rende proprio l'idea 😀
    che belle foto Tiziana 🙂 questo blog mi fa venire sempre il buonumore..con le tue immagini e racconti… inutile che mi ripeta sempre nel complimentarmi :)Buona serata 🙂

  7. che adoro Napoli te l'ho già detto e leggere il tuo diario mi fa sentire di nuovo il vociare continuo di spaccanapoli: una meraviglia! Sono talmente tante le cose che amo di quella città che non saprei dirtele tutte: le sfogliatelle, la pizza, il caffè sospeso, la gente sono le prime che mi vengono in mente!!! P.S. però la chiesetta di San Gregorio Armeno mi manca! Un bacio, aspetto il prosieguo!!!

  8. uno pensa di conoscere bene i posti e invece…quella meravigliosa saletta nel chiostro di s.gregorio armeno mi mancava proprio! Un tesoro in più da andare a cercare la prossima volta.. 🙂

  9. Chris mi sembra strano che tu non conosca questa famosa strada. La foto non è mia (vedi la fonte) non siamo saliti così in alto per immortalarla. Ha dato la stessa sensazione anche a me, sembrava dipinta e invece è proprio così; una linea quasi retta. E' una via molto vivace, certo può intimorire, alcuni punti sono stretti e cupi ma vale la pena di vederla. La mia grande scoperta è che non bisogna fermarsi all'apparenza, perché dietro ad una cancellata, dietro ad un portone fatiscente può nascondersi un angolo speciale. Ciao caro Chris.

  10. Sempre e solo sentita nominare Spaccanapoli e la prima foto mi ha chiarito le idee. Una fenditura nel cuore della città, continuo il viaggio insieme a te ♥

  11. La “Spaccanapoli” non la conoscevo proprio. Appena ho guardato la tua foto mi sembrava un fotomontaggio! La gente che non si fa' domande e' molto rara dalle mie parti:-). Secondo il tuo post e' un posto dove non ci si annoia, dato che c'e' sempre qualcosa da scoprire 🙂

Se vuoi lascia il tuo commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...