I merletti di Monsieur Eiffel

Nel 1889 viene progettata per l’esposizione universale da Gustave Eiffel e il suo team, l’accordo era quello di “smontarla” dopo venti anni dal suo assemblaggio… e invece no! La torre convince  tutti – quasi tutti – gli scettici e diventa il simbolo della capitale francese.

La prima volta che la vidi fu nel 1995 e ancora oggi, ormai la quinta, quando le passo accanto ne rimango affascinata. Non si può pensare a Parigi senza la sua torre eppure, al tempo della sua progettazione, il rischio fu reale. I lavori erano appena iniziati e già un folto gruppo di intellettuali e artisti di quel tempo si opponeva alla costruzione, la protesta arrivò a definirla “inutile e mostruosa”. L’intellighenzia di fine ‘800 non si capacitava di come l’enorme “scheletro di ferro” potesse arrogarsi il diritto di dominare sulle bellezze parigine e diede vita a pesanti manifestazioni di dissenso.

Eppure, guardandola oggi, si percepisce quanto potesse essere ambizioso il progetto per il periodo ma il capolavoro di ingegneria meccanica, che abbracciava il mondo dell’arte, non convinceva, Parigi in quel periodo non era ancora pronta per accogliere un’opera di tale portata. Eiffel si difese rivolgendo una domanda ai suoi oppositori “Perché la forza non può portare con se anche la bellezza?”. In verità quando si vede la torre da lontano svettare verso l’alto, la sensazione è un mix di forza e leggerezza allo stesso tempo. Una volta arrivati a pochi metri si può notare che Eiffel non ha per nulla tralasciato l’aspetto estetico della sua creatura, basti osservare i gentili “ricami” che si trovano sulle arcate inferiori dell’imponente costruzione.

Paris-tour-eiffel-1-foto-di-Tiziana-Bergantin-A701

Paris-tour-trine-2-foto-di-Tiziana-Bergantin-A703

Paris-merletti-tour-3-foto-di-Tiziana-Bergantin-A704

Paris-punto-e-a-capo-4-foto-di-Tiziana-Bergantin-A705

6 pensieri su “I merletti di Monsieur Eiffel

  1. Io la trovo bellissima, ma non ho avuto il coraggio di affrontare la coda per salire. Me ne sono pentita! Spero di avere l’occasione di tornare a Parigi.

Se vuoi lascia il tuo commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...