Intermedio d’agosto.

 Pigri sospiri sotto un manto rovente, cade la mente al richiamo di rami gentili  di foglie vezzose cullate da un alito di vento di spicchi di luce per socchiudere gli occhi, il pensiero lusinga e il miraggio mente.